Che cosa vedere a Nizza? Vi aiutiamo noi

Cosa vedere a Nizza può essere considerata la capitale della Costa Azzurra, una città sempre in movimento, sempre in festa, che saprà stupirvi per i locali alla moda, i bistrot pittoreschi e i ristoranti affollati. Nizza ha sempre spiccato per l’atmosfera festosa, il panorama artistico e il multiculturalismo, valori che da sempre hanno fondato la sua storia millenaria. Nonostante il tragico attentato di Nizza del 2018, la città è tornata a splendere più di prima, tenendo fede alla propria vocazione multietnica.

Annunci

Cosa vedere a Nizza?

La città di Nizza vanta molte attrazioni, musei, chiese e gallerie da visitare. Se avete intenzione di fermarvi qualche giorno, potete valutare la possibilità di acquistare la French Riviera Pass: è una card da 24, 48 o 72 ore che consente l’ingresso gratuito ai principali siti turistici e alle attività, non solo di Nizza ma anche della Costa Azzurra.


nizza monferrato 
nizza
cosa vedere a nizza
cosa vedere a nizza

Vieux Nice

La città vecchia è uno scorcio incantevole da cartolina, un dedalo di viuzze dai colori pastello, un intrico di vicoli stretti e tortuosi brulicanti di negozietti e venditori. La somiglianza con Genova è impressionante e vi sentirete subito a casa. Vi sembrerà di fare un tuffo nel ‘700: i palazzi antichi e le chiese barocche come la Cattedrale di Santa Reparata, il vecchio ghetto ebraico in rue Bénoit Bunico, il palazzo della prefettura, dimora dei Principi di Savoia e Cours Saleya, una delle piazze più animate e variopinte di Nizza. Nel cuore della città vecchia i negozi straripano di prodotti tipici e i numerosi mercati vi ammalieranno con i loro invitanti profumi fra olive, pane fragrante e venditori di essenze. Il nostro consiglio? Lasciatevi guidare degli scorci e “perdetevi” nel labirinto di vicoletti alla scoperta dei numerosi angoli da fotografare.

Promenade des Anglais

La Promenade des Anglais è la passeggiata più famosa della Costa Azzurra, un magnifico lungomare circondato da una splendida cornice urbana, ricca di stupendi palazzi d’epoca, portici e piazzette che si affacciano sulla baia. I suoi sette chilometri sono la meta preferita di runners e rollers, che vengono a cercare un luogo di pace e serenità per tenersi in forma. Ma soprattutto è il luogo più amato dagli abitanti di Nizza e dai turisti, che la percorrono per godersi un magnifico panorama, per sedersi sotto ai pergolati e ammirare la distesa del mare azzurro. Inoltre qui si svolgono diverse manifestazioni a carattere internazionale: dal carnevale di Nizza, famoso in tutto il mondo per la sua battaglia dei fiori, alla maratona Nizza-Cannes fino alla Parigi Nizza di ciclismo. Non dimenticate di ammirare la Promenade des Anglais all’imbrunire, quando si illumina di meravigliosi tramonti.

Place Massena

Circondata da stupendi palazzi ad arcate dai colori pastello, Place Massena è uno dei punti nevralgici di Nizza. Al centro della piazza la statua di Apollo nella Fontana del Sole, che si riflette sulla caratteristica pavimentazione a scacchi. Qui si trova la maggior concentrazione di negozi per lo shopping, così come tanti caffè e ristoranti sotto ai portici, ideali per una pausa rilassante. Di sera la piazza si accende per creare una magica atmosfera, grazie anche a una recente installazione intitolata “Conversazione a Nizza“: sono le statue di Jaume Plensa, che rappresentano i continenti illuminati a colori vivaci. Dalla piazza parte la Promenade du Paillon, un immenso parco di 12 ettari che inizia dal Museo d’Arte Moderna e d’Arte contemporanea e arriva alla Promenade des Anglais. Il giardino è diventato il luogo di ritrovo per le famiglie e per i cittadini di Nizza grazie alla presenza di giochi, spazi dedicati alla cultura e all’arte, oltre a essere il teatro per molte manifestazioni.

Se l’articolo vi è piaciuto, vi rimandiamo alla nostra homepage e di seguirci su Facebook.

Previous articleLa nuova vita del Caffè Centrale: storia di una riapertura
Next articleBorghetto Un villaggio di mulini sul Mincio
Fotografo, social media manager, prossimo alla laurea magistrale. Ho voluto aprire questo blog per pura passione nei confronti dei viaggi, dei luoghi e delle piccole storie.

Rispondi