Lisbona è città popolare, indolente e malinconica, come tutte le grandi città di mare, soprattutto quelle che stanno un po’ più al sud. E così sono i suoi abitanti il cui carattere si comprende prima e meglio ascoltando il Fado, le canzoni che i marinai portoghesi cantavano sulle navi con cui partivano alla conquista del mondo. – cosa vedere a Lisbona – cosa vedere a Lisbona in 4 giorni

Lisbona

Cosa vedere a Lisbona: il centro

Devo dire che i consigli per visitare Lisbona (leggete anche gli altri) sono effettivamente parecchi. Ora entriamo nel vivo dell’articolo. Vi suddivido i vari punti di interesse di Lisbona in base a dove sono dislocati. Alla fine, vi metterò quelle che, secondo me, possono essere le soluzioni per vedere Lisbona in 2 giorni, in 3 giorni ed in 4 giorni.

Iniziamo con il centro di Lisbona, e quindi con i vari quartieri di BaixaChiadoBairro Alto l’Alfama. Cercherò di mettervi i vari luoghi in una sequenza che può diventare un itinerario a piedi, così non dovete diventare matti a cercarli sulla cartina, o perlomeno farete meno fatica (spero). Ecco le prime 6 tappe.

Piazza del Commercio (Praça do Comércio)

Come non iniziare dalla piazza principale di LisbonaPraça do Comércio (piazza del commercio in italiano). Una piazza gigante con vista direttamente sul fiume Tago. Con tutto il rispetto, mi ha ricordato un po’ quella di Trieste (anche se Trieste è sul mare). Una piazza che brulica di gente tutto il giorno, punto di snodo anche per quanto riguarda i trasporti.

Da vedere: l’Arco da Rua Augusta, costruito a seguito del triste terremoto del 1755 è un’icona simbolica legata alla Gloria, al Valore e al Genio. Al centro della piazza troviamo la statua del re Giuseppe I a ricordo del palazzo reale presente in quel luogo prima del sisma di metà Ottocento.

Dal mio punto di vista, Praça do Comércio è da vivere con spensieratezza, vagando nella piazza e perché no, fermandosi ad ammirare il fiume Tago sui gradini al di là della strada.

In questa piazza troverete altre due attrazioni di Lisbona: il Lisboa Story Centre e il Wines of Portugal, entrambi compresi nella Lisboa Card (uno incluso e l’altro scontato).

Piazza del Commercio di Lisbona
Panoramica della Piazza del Commercio

Rua Augusta, la via principale di Lisbona

Durante un weekend trascorso a visitare Lisbona passerete in questa via non so quante volte. È una delle via principali, se non LA via principale e collega la Praça do Comércio a Praça do Rossio, più o meno nei pressi della Confeitaria National. A proposito: segnatevi questa pasticceria perché potrebbe essere la vostra tappa quotidiana per la colazione a base di pastel de nata (una “droga” legalizzata).

A destra e sinistra troverete i classici negozi di moda, qualche pasticceria, qualche locale d’artigianato, ma quello che più affascina è essere nel cuore di Lisbona, nel quartiere Baixa.

Attenzione: Rua Augusta è attraversata da Rua Conceição. Proprio all’incrocio di queste due vie potrete vedere la fermata del tram 28. Qui però potreste trovarlo un po’ pieno, ecco perché nel post sui consigli per un viaggio a Lisbona vi ho dato qualche suggerimento per riuscire a salire sul tram vuoto e quindi a sedervi.

Rua Augusta con luci natalizie ed il tram 28 che sta passando.

Elevador de Santa Giusta

Diciamocelo subito: l’Elevador de Santa Giusta, nonostante sia menzionato come tra i luoghi di maggior interesse da vedere a Lisbona, a prima vista ci azzecca poco nel contesto in cui è inserito. Costruito da Raul Mésnier, allievo di Gustave Eiffel, fu inaugurato nel 1902 ed alimentato a vapore fino al 1907.

Salendo Rua Augusta verso Praça do Rossio, incrocerete Rua de Santa Giusta, dove troverete l’Elevador. Si tratta di un’imponente struttura in ferro con un ascensore che vi porterà ad avere un’impressionante panoramica sulla città. La vista spazia dal fiume al di là dell’arco di Rua Augusta, fino alle colline retrostanti Lisbona. Di fronte, il castello di Lisbona, alle vostre spalle il Convento do Carmo ed “ai vostri piedi” l’intero quartiere di Baixa. Non in ultimo, riuscirete a vedere anche Praça do Rossio da un’altra angolazione.

Consiglio importante: stavolta il consiglio ve lo scrivo qui, senza per forza dovervi rimandare all’articolo sui consigli …la salita costa 5,4 € (inclusa nella Lisbona Card) ma c’è spesso coda e potreste dover aspettare troppo tempo. Se accedete, invece, dal lato del Convento do Carmo, costerà di meno (1,5 € se non possedete la card) e non ci sarà coda!

Convento do Carmo

Scesi dall’ascensore potrete visitare questa affascinante e decadente struttura situata nella bella piazzetta denominata Largo do Carmo, agli inizi del quartiere Chiado. Di questo convento è rimasta solamente la struttura perimetrale. Fu fondato nel 1389 per celebrare due importanti vittorie portoghesi in due altrettante battaglie. Come tutta la città di Lisbona, anche il Convento du Carmo fu colpito dal forte terremoto del 1755. Pensate che era la mattina del 1° novembre, il convento era pieno di fedeli…il tetto e buona parte del convento collassarono.

L’affascinante Convento do Carmo a Lisbona

Il convento non è stato ricostruito. La struttura ha dunque questo aspetto fatiscente, al contempo affascinante. La cappella ospita il piccolo museo archeologico.

Gli interni del Convento do Carmo

Vi consiglio di visitare il Convento do Carmo anche all’interno. Non soffermatevi solamente alla vista esterna. Nonostante sia a pagamento (la Lisbona card vi consente solo uno sconto di 1€) ritengo che valga la pena visitarlo.

se l’articolo ti è piaciuto ti rimandiamo alla nostra homepage e alla nostra pagina facebook

Previous articleViaggi di lusso: un giorno con il Travel Luxury Influencer Davide Cesaro
Next articleIl miglior 85mm per Nikon sotto i 200 euro
Fotografo, social media manager, prossimo alla laurea magistrale. Ho voluto aprire questo blog per pura passione nei confronti dei viaggi, dei luoghi e delle piccole storie.