Amelia è un comune italiano di 11 433 abitanti della provincia di Terni in Umbria. Oltre ad essere una città molto rilassante, vediamo cosa vedere ad Amelia in un giorno.

Cosa vedere ad Amelia in un giorno

Cattedrale di Amelia

Situata nella parte del paese, una delle cose da vedere ad Amelia è la Cattedrale di Amelia,

l’edificio religioso più importante di Amelia e fu eretto sul “Sacrum Verticem” della città nell’anno 872. Nel 1629 un vasto incendio distrusse la cattedrale che venne ricostruita in forme barocche.

Cosa vedere ad Amelia in un giorno

La facciata completata nel XIX secolo, è in cotto rosato. L’interno grandioso e solenne custodisce importanti opere d’arte tra le quali: tele di F. Zuccari, G. F. Perini, Niccolò Pomarancio, una tavola a cuspide di scuola senese attribuita per lungo tempo a Duccio da Buoninsegna, successivamente ad un pittore locale, una tavoletta raffigurante la Madonna col Bambino attribuita ad Antoniazzo Romano. Gemellata con Civitavecchia, presenta un’antichissima bandiera turca all’interno della cattedrale. Si dice che sia un’ offerta votiva.

Chiesa di San Francesco

La Chiesa di San Francesco è una delle cose da vedere ad Amelia. Nel 1287, stando alle cronache, frate Bartolomeo di Amelia fondò la chiesa di San Francesco dedicata inizialmente ai Santi Filippo e Giacomo. I lavori furono condotti da maestranza umbre, come il Menucci di Amelia, il Giovanni Di Nicola di Castel dell’Aquila, tra il 1401 ed il 1406. 

Cosa vedere ad Amelia in un giorno

Palazzo Nacci – Amelia

Terza tappa di cosa vedere ad Amelia è il Palazzo Nacci. L’edificio mostra le diverse fasi costruttive, infatti fu iniziato nel XIV secolo, accorpando tre edifici e fu ultimato nel secolo successivo.

Cosa vedere ad Amelia in un giorno

La facciata è divisa da due linee marcapiano, una con motivi di ovuli di origine romana, l’altra dentellata.
Sono visibili nei piani superiori tracce di finestre di tipo guelfo con, sull’architrave in bassorilievo, lo stemma della famiglia Nacci.
Da menzionare l’ingresso, sul lato di Via Pellegrino Carleni, con il bellissimo portale in travertino con decorazione in bassorilievo e il cortile del Palazzo con elegante scalinata ed una loggia ornata da colonne corinzie.
Il palazzo è di proprietà privata.

Scritto da:

Matteo Angeloni

Fotografo, social media manager, prossimo alla laurea magistrale. Ho voluto aprire questo blog per pura passione nei confronti dei viaggi, dei luoghi e delle piccole storie.