Cosa vedere ad Amsterdam in tre giorni. Amsterdam, città dai colori accesi e dai canali che ci riportano alla nostra Venezia, città che non sarebbe quella che è senza il suo stretto legame con l’acqua. Da sempre una delle destinazioni più scelte dai turisti di tutto il mondo che qui trovano arte, architettura e divertimento, oltre a bellissimi vicoli e piazze da scoprire, magari con un piacevole giro in bicicletta.
Un viaggio nella capitale dei Paesi Bassi è un’esperienza unica in cui s’intrecciano con armonia il fascino della storia e la curiosità della modernità. Tra vicoli e canali, coffee shop e musei, ecco 10 cose da vedere assolutamente ad Amsterdam.

1 – Giro per i canali

fare un giro per i canali amsterdamNon si può conoscere Amsterdam se non facendo un giro per i canali, che attraversano tutto il centro storico grazie alla cintura dei canali, un ampio anello d’acqua che nel 2010 è stato inserito dall’Unesco tra i Patrimoni dell’Umanità.

Senza alcuna ombra di dubbio, il modo migliore per visitare queste zone è tramite una crociera panoramica sui canali. Per vedere la città illuminata, è disponibile anche la crociera serale.

Se invece state facendo un viaggio low cost a basso budget, un’alternativa pur sempre affascinante è quella di esplorare i canali a piedi o magari in bicicletta, mezzo particolarmente utilizzato nella città olandese.

2 – Museo Van Gogh

museo van gogh Museo importante e celebre di Amsterdam, il Museo Van Gogh raccoglie la più grande collezione di opere del pittore olandese. Oltre alle sue opere (che sono oltre 500) nel museo trovano spazio anche lavori del fratello minore Theo e di altri noti artisti francesi. Suggestive le lettere di Van Gogh al fratello così come alcuni oggetti personali del celebre pittore. Non si può proprio perdere una visita a questo edificio in un viaggio olandese.

Il Museo di Van Gogh è un must, una delle attrazioni più visitate in tutta la città. Per questo motivo si consiglia di acquistare in anticipo il biglietto con ingresso prioritario, per evitare di rimanere bloccati in coda per parecchio tempo.

3 – Palazzo Reale

amsterdam palazzo reale piazza dam 1Ancora oggi utilizzato dalla famiglia reale, questo palazzo è stato costruito circa 350 anni fa come Municipio ed è un esempio di architettura barocca olandese. La sua funzione di reggia risale al 1808 grazie a Napoleone Bonaparte. All’interno del palazzo merita sicuramente una visita il museo che racconta la storia della città e del paese.

Anche in questo caso è preferibile acquistare il biglietto con ingresso prioritario, che comprende anche l’audioguida per la visita autonoma del Palazzo.

4 – Piazza Dam

cosa vedere ad amsterdam in tre giorni
cosa vedere ad amsterdam

Lo Buono.Chiamata semplicemente il Dam, questa piazza è una delle più amate dagli abitanti di Amsterdam e dai turisti. Qui si uniscono alla perfezione la storia e l’immagine moderna della città. Particolare che il traffico di tram e auto divida in due parti la piazza. Da visitare il Palazzo Reale e il Nationaal Monument, l’obelisco in pietra di 22 metri costruito nel 1956 dedicato ai caduti della Seconda Guerra Mondiale.

5 – Museo Stedelijk

stedelijkFoto di John Lewis Marshall.Lo Stedelijk è il museo di arte moderna e design, uno dei più importante del paese. Ospita celebri opere d’arte moderna, di artisti del calibrodi Picasso e Chagall. Vanta una delle collezioni più significative al mondo, costituita da ben 90.000 oggetti realizzati dal 1870 ad oggi.

Il museo propone diverse interessanti attività e workshop per famiglie, inoltre dispone di un bellissimo ristorante panoramico (accessibile senza indipendentemente dall’acquisto del biglietto del muso).

Come per gli altri musei cittadini, anche per il Museo Stedelijk vale la pena acquistare preventivamente un biglietto salta fila online, prima della vostra partenza, in modo da evitare code all’ingresso.

Se l’articolo vi è piaciuto vi rimandiamo alla nostra homepage e alla nostra pagina facebook

Previous articleCosa vedere ad Atene in 2 giorni
Next articleCosa vedere a Barcellona in 3 giorni
Fotografo, social media manager, prossimo alla laurea magistrale. Ho voluto aprire questo blog per pura passione nei confronti dei viaggi, dei luoghi e delle piccole storie.

Rispondi