costo post produzione foto: come fare un preventivo

Se hai appena iniziato a fare fotografia e non sai il posto della post produzione foto, ti conviene seguire questi piccoli trucchi che ci hanno aiutato quando eravamo nella tua stessa situazione. Vedremo insieme qualche consiglio o regola da applicare quando devi dare un costo alla tua post produzione fotografica.

costo post produzione foto

costo post produzione foto: Quante ore dovrai lavorare?

Fare un calcolo approssimative delle ore che dovrete impiegare per fare post produzione è sicuramente un ottimo punto di partenza per fare un preventivo. Se dovete lavorare 2 ore sarà meglio pensare a quanto vale il vostro tempo. Ad esempio buona parte dei professionisti con P.iva fanno un prezziario una media di 50 euro l’ora. Dovete anche mettere in conto se farete una post produzione accurata foto per foto oppure userete qualche trick per far fare piu automatismo a Lightroom o photoshop. In quel caso mettetevi una mano sulla coscienza e ipotizzare anche 10 euro l’ora.

costo post produzione foto

quante foto dovrai post produrre?

Inutile dire che anche la quantità delle foto da modificare indice non poco su un preziario da fare. Ad esempio fare un album di foto per una discoteca o un evento X implica una selezione delle foto, un preset e poi il dover applicarlo a tutte le foto. Se dovete modificare 200 foto e sapete che userete un automatismo allora potete tirare un sospiro di sollievo n quanto il grosso del lavoro lo farà il vostro PC. Se dovete modificare 200 foto manualmente, una per una, cominciate a pensare tipo 0,50 centesimi a foto e soprattutto accordatevi prima sulla quantità di foto da consegnare post prodotte.

Fare un preziario

Vi abbiamo dato due parametri da prendere in considerazione quando dovete fare un preziario per il vostro lavoro in post produzione. Ovviamente potreste anche prendere in considerazione il mercato della zona in cui vi trovate e vedere i vostri competitor che prezzi fanno. Quindi mettetevi sotto con carta e penna e considerate tutti questi fattori. Ovviamente non abbiamo messo un reziario fisso su cui potervi basare perchè ogni fotografo e ogni zona è diversa, quindi abbiamo preferito darvi qualche consiglio su come VOI potete pensare un prevetivo.

Se ti è piaciuto l’articolo, scopri altre destinazioni su Tramp in Trip e su Facebook.

Previous articleCosa vedere a Notthing Hill: cultura pop e tradizione
Next articleFotografare Via Lattea Tutorial: guida e consigli
Fotografo, social media manager, prossimo alla laurea magistrale. Ho voluto aprire questo blog per pura passione nei confronti dei viaggi, dei luoghi e delle piccole storie.

1 COMMENT

Rispondi