Il miglior Benvenuti seguaci di Tramp In trip alla recensione del Mitakon Creator 85mm f/2, ottica, che si presenta come l’offerta di fascia bassa dell’azienda per questa lunghezza focale. Il miglior 85mm per Nikon sotto i 200 euro.

Il Design e la Qualità di Costruzione

La magia dietro un ingombro così ridotto è in parte dovuta alla conservativa apertura massima f/2. Ma il suo corpo sottile è dovuto principalmente alla mancanza di motori e circuiti elettrici, per un funzionamento tutto manuale, e un singolo barilotto interno che racchiude l’ottica a doppio Gauss. Ruotando l’anello di messa a fuoco manuale frontale si espande l’obiettivo, spostando gli occhiali di circa 1 cm, per una distanza minima di messa a fuoco di 0,85 cm. C’è una lunga strada dall’infinito all’MFD a circa 240º, il che rende impossibile mettere a fuoco rapidamente. È di circa 100º da 1 m a 2 m, senza possibilità di agilità nel processo. Ma è liscio come il burro, bello lavorare a tutta apertura e la conseguente profondità di campo ridotta, o durante la registrazione video.

Nella parte posteriore l’anello di apertura manuale è meccanico e controlla un diaframma a 10 lamelle dritte. Non c’è modo per la fotocamera di comunicare con l’obiettivo, quindi il fotografo deve selezionare un’apertura nell’intervallo da f/2 a f/22, con clic completi. Lascio la mia EOS 6Dsu Priorità otturatore e Auto ISO, selezionando una velocità adeguata per il mio soggetto sulla fotocamera e l’apertura sull’obiettivo. Quindi la fotocamera seleziona l’ISO più basso possibile, con la compensazione dell’esposizione disponibile. C’è un clic fluido ad ogni arresto, molto più leggero di una Nikon Ai-S, ma non continuo come alcuni obiettivi cinematografici. E la mia copia ha un notevole gioco a f/2, andando oltre ma non aprendo di più il diaframma; e l’ultimo scatto è compreso tra f/11 e f/22; Devo portarlo completamente a destra per selezionare davvero l’f/22. È la precisione cinese da $ 199 che parla qui, e non siamo più nel campo di Leica.

Nella parte anteriore i filtri ø55mm sono strani, non ho mai visto dimensioni simili. Almeno la filettatura del filtro è in metallo, qualcosa che manca a tutte le Canon L da 2000 dollari. Il paraluce è comicamente incluso fuori dalla scatola e il più economico possibile; Ho dovuto raderlo con un cutter di precisione per eliminare un po’ di plastica in più. E tutti i segni, dall’iperfocale alle distanze di messa a fuoco e all’apertura, e incisi e dipinti; molto più difficile da cancellare nel tempo. Nel complesso è un obiettivo semplice, privo di extra per l’aiuto dei fotografi. Non è molto più semplice di così, e francamente è quello che voglio portare con me quando è il momento di scattare: una fotocamera leggera e compatta, con controlli di base e molta discrezione. Un piacere da usare.

QUALITÀ DELL’IMMAGINE

“Obelisco” a f/22 10” ISO100.
Previous articlecosa vedere a Lisbona in 4 giorni
Next articleRecensione Mitakon Speedmaster 85mm f/1.2
Fotografo, social media manager, prossimo alla laurea magistrale. Ho voluto aprire questo blog per pura passione nei confronti dei viaggi, dei luoghi e delle piccole storie.

Rispondi