Il fotografo Matteo Angeloni ha scelto Venezia come sua prima base per la creazione di una mostra fotografica nel metaverso.

La prima mostra fotografica nel metaverso dedicata a Venezia
foto scattate con una Leica

Mostra fotografica: Venice in 24H

Il progetto è nato nel 2019 quando il fotografo ha passato una giornata intera tra vie, calli e sottoporteghi per cercare di dare il meglio se nel ritrarre la sua città del cuore. Benché il fotografo non sia veneziano di nascita, durante il suo percorso di studi universitari a Bologna, passava molto del suo tempo libero a Venezia.

Ovviamente la mostra fotografica è ad accesso gratuito e può entrare attraverso questo link e vi si può accedere da PC, Smartphone, Tablet e Oculus.

A detta del fotografo, Venezia è sempre stata una delle sue location preferite, un salto indietro nel tempo con gli strumenti del presente, nel tentativo di immortalare il romanticismo veneziano.

Il metaverso

Benchè ancora un concetto astratto, esistono moltissimi portali dove poter accedere a delle community di ogni genere all’interno di quello che ora viene comunemente definito metaverso. Il fotografo in questione ha deciso di usare il portale spatial per creare la sua mostra virtuale. Questo portale consente la creazione di mostre sfruttando quasi tutte le topologie di file multimediali.

 “È arrivato il momento di adottare un nuovo brand aziendale che rappresenti olisticamente tutto quello che facciamo. Per riflettere ciò che siamo e quello che speriamo di costruire, sono fiero di annunciare che da oggi la nostra azienda si chiamerà Meta.” 

Con queste parole Mark Zuckerberg, CEO del colosso tecnologico precedentemente noto come Facebook, ha annunciato il rebranding dell’azienda durante la conferenza Connect, tenutasi in diretta streaming il 28 ottobre scorso

#venezia #metaverso #mostrafotografica #fotografia

Scritto da:

Matteo Angeloni

Fotografo, social media manager, prossimo alla laurea magistrale. Ho voluto aprire questo blog per pura passione nei confronti dei viaggi, dei luoghi e delle piccole storie.