Montefiascone: cosa vedere in un weekend. Se vi trovate nella provincia di Viterbo, dovete fermarvi almeno un weekend a Montefiascone. Perla dell’alto Lazio.

montefiascone

Cosa vedere a Montefiascone

La Chiesa di San Flaviano

Il centro storico di Montefiascone custodisce delle importanti testimonianze del suo passato. Questo ad iniziare dai luoghi di culto tra cui la Chiesa di San Flaviano costituita da una particolare facciata, dove spiccano tre archi gotici. In quello centrale è posto il portale d’accesso alla grandiosa chiesa. Questo primo ordine è sormontato da una loggia rinascimentale, sorretta da un colonnato. Suggestivi gli affreschi conservati all’interno della chiesa: alcuni di scuola romana e toscana risalgono al XIV secolo, mentre altri di scuola umbra sono datati al XV secolo. Inoltre troviamo custodite sia la Cattedra di Urbano IV che la tomba di Johannes Defuk, personaggio centrale della leggenda dell’Est! Est!! Est!!.

La Cattedrale di Santa Margherita

Simbolo possente del borgo Volsino, insieme alla Rocca dei Papi, e segnata da drammatiche vicende, è la Cattedrale di Santa Margherita che si mostra in tutta la sua maestosità al visitatore, grazie anche alla sua grande cupola. La chiesa fu costruita in onore di una giovinetta nata in terra d’Antiochia, che visse per la fede cristiana e morì per essa. Le sue spoglie giunsero dopo un lungo e fortunoso viaggio sul colle falisco. La realizzazione della chiesa iniziò nel XV secolo per volontà di Alessandro Farnese, futuro papa Paolo III, e vi presero parte artisti quali il Bramante e Antonio Sangallo il Giovane. La costruzione subì pesanti ritardi, prima a causa delle guerre e delle pestilenze poi per un vasto incendio nel 1670 che la distrusse irrimediabilmente. Fu grazie al Cardinale Albertone Altieri che l’intera struttura venne ricostruita di nuovo in 4 anni, mostrandosi più grandiosa per la presenza della cupola.

La Rocca dei Papi

Nonostante sia stata danneggiata nel corso del tempo, la Rocca di Montefiascone o Rocca dei Papi, mantiene ancora la sua maestosità e ci fa rendere l’idea della sua importanza storica che ebbe in passato. La rocca fu costruita durante il XII secolo, al tempo di Innocenzo III.

La sua storia è legata alle vicende di vari pontefici quando le invasioni da parte dei normanni e saraceni erano frequenti e molti dei pontefici furono costretti alla fuga da Roma. Si vennero così a creare le condizioni per realizzare la fortezza, con alte mura difensive, all’interno delle quali si riversarono anche gli abitanti delle campagne. La presenza quasi costante di numerose figure ecclesiastiche, fece di Montefiascone una loro meta privilegiata, fin tanto che il borgo non si trasformò in una Sede Vescovile. Oggi è visibile solo una parte ella rocca ma nonostante tutto rimane uno dei luoghi più suggestivi e visitati del paese.

Se l’articolo vi è piaciuto vi rimandiamo alla nostra homepage e alla nostra pagina facebook

Previous articleCivita di Bagnoregio perché visitarla
Next articleCosa vedere a Oporto (Portogallo)
Fotografo, social media manager, prossimo alla laurea magistrale. Ho voluto aprire questo blog per pura passione nei confronti dei viaggi, dei luoghi e delle piccole storie.

1 COMMENT

Rispondi